acustica irpinia - dott.ri Aletta

SENTIRE E' VIVERE

0825/26702

Centro acustico di Avellino

Centro acustico di Avellino

L' Acustica Irpinia, centro consulenza sordità, è stata fondata ad Avellino nel 1987 dal
Dott. Nicola Aletta Tecnico Audioprotesista dal 1978, dopo la sua decennale esperienza presso un importante Azienda nazionale, leader nel settore acustico.

Avendo prestato la sua opera sempre nel territorio Irpino, il Dott. Aletta ha deciso di chiamare la propria azienda ''ACUSTICA IRPINIA''.

Oggi il centro si avvale della collaborazione di personale altamente qualificato e abilitato alla professione.
Oltre al fondatore ,il centro si avvale della preziosa collaborazione della figlia del titolare, Dott.ssa Nicoletta Aletta  Audioprotesista laureata nel 2006 presso l'Università degli studi di Siena.

Grazie alla sua serietà professionale l'azienda nel tempo ha conseguito importanti riconoscimenti a livello regionali tra cui: ''Premio Progresso Regioni'' ricevuto nel 1993 dall' Ente Regione Campania.

Obiettivi dell'azienda

Il primo obiettivo dell'Acustica Irpinia è quello di offrire un servizio il più possibile efficiente per chi ha problemi di sordità o di ridotta capacità uditiva. Per questo l'azienda punta innanzitutto sulla selezione di prodotti di eccellente qualità, quindi sulla massima professionalità e competenza nella proposta di servizi, nella installazione e assistenza di presidi acustici. 

Per conseguire al meglio questi obiettivi, Acustica Irpinia, sempre lavorando nel rispetto della clientela e delle norme vigenti, punta molto sulla preparazione del proprio personale, che è altamente qualificato. Ogni attenzione viene dedicata all'aggiornamenti tecnico-professionali, che viene anche perseguito grazie a periodici corsi specialistici tenuti da organi competenti.


Iscritta dal 1987 all’ Associazione Nazionale Audioprotesisti

SERVIZI OFFERTI

Servizi offerti

Presso il centro acustico di Avellino, Acustica Irpinia, offriamo diversi servizi, ecco i principali:

  • visita audiometrica e prove gratuite
  • consulenza audioprotesica
  • assistenza post vendita gratuita
  • pagamenti personalizzati
  • convenzioni ASL e INAIL
  • supporto gratuito nella presentazione istanze invalidità civile 
  • visite a domicilio
  • riparazioni di tutti i tipi di protesi

CAUSE DELL’IPOACUSIA

L'ipoacusia – che è l'indebolimento dell'udito – può essere dovuta a diversi fattori:

Età: in base alle statistiche, in Italia più del 30% della popolazione che ha superato i 65 anni è colpita da deficit uditivi più o meno gravi, dovuti all’avanzare dell'età; l'indebolimento dell'apparato uditivo è uno dei disturbi più comuni della terza età.

Rumore: il rumore è causa di invalidità professionale. I rumori assordanti in cui ogni giorno ci troviamo a vivere arrecano danni al nostro udito. In realtà il rumore è un problema non solo per l’udito, ma per tutto l’organismo (ha varie ripercussioni, tra cui: aumento della pressione, tachicardia, aritmia, tensione muscolare, bruciore di stomaco, disturbi intestinali...).

Ereditarietà: all'incirca un terzo dei deficit uditivi presenti già dalla nascita è causato da fattori ereditari. Quando in famiglia ci sono casi di ipoacusia, ci sono molte probabilità che questa si trasmetta ai figli. In particolare, ad essere imputato è un gene, la connessina 26. In caso di matrimonio tra due ipoacusici è consigliato chiedere un consulto ad un audiologo o ad un genetista.

Infezioni: varie malattie provocate da batteri e da virus (come rosolia, scarlattina, meningite e altre) possono arrecare danni all’orecchio e provocare perdite uditive più o meno gravi. La stessa otite, una malattia abbastanza frequente specie nell’infanzia, se trascurata può portare a forme irreversibili di ipoacusia.

Otosclerosi: si tratta di una malattia che pregiudica la mobilità degli ossicini dell’orecchio medio e può quindi portare ad avere un’efficienza uditiva ridotta.

Farmaci, fumo, alcool: alcuni farmaci possono avere un’azione nociva sull’organo dell’udito – sono infatti definiti ototossici, vale a dire tossici per l’udito. Anche fumo e alcool possono provocare danni all’udito.

L'orecchio umano

L'orecchio umano è l'organo che rileva il suono e che ci aiuta a mantenere l'equilibrio. Si tratta di un sistema abbastanza complesso la cui funzione di analisi del suono permette di contraddistinguere i suoni in un campo molto ampio di intensità e frequenze. Il nostro orecchio può essere diviso in tre principali parti: l'orecchio esterno, l'orecchio medio e l'orecchio interno. 

Orecchio medio: i suoni esterni, tradotti in vibrazioni, vengono trasmessi alla membrana timpanica, a sua volta collegata a una catena di tre ossicini, facenti parte dell'orecchio medio. Questi minuscoli ossi (che occupano appena un centimetro quadrato) sono: martello, incudine e staffa. Il movimento di questi ossicini, creato dal timpano, viene amplificato in modo da trasmettere all’orecchio interno tutta la complessa ricchezza dei suoni provenienti dall'esterno. Questa parte dell'orecchio intensifica l'energia delle vibrazioni sonore e le trasferisce alla coclea, all'orecchio interno.

Orecchio interno: l'orecchio interno è una piccola struttura – detta chiocciola o coclea – dove trovano sede 40.000 cellule cigliate (20.000 per orecchio) che si dividono i compiti e si occupano dell'intero spettro dei suoni, alcune di quelli forti, altre di quelli deboli. Queste numerose cellule cigliate effettuano una nuova traduzione dei suoni, da vibrazioni vengono trasformate in impulsi elettrici, che attraverso le fibre del nervo acustico giungono al cervello, è qui determinano la sensazione nervosa.

Orecchio esterno: questa parte dell'orecchio serve a captare e incanalare i suoni, le vibrazioni sonore che entrano nel condotto uditivo. L'orecchio esterno è formato dal padiglione auricolare (vale a dire la parte esterna, quella che comunemente viene chiamata orecchio) e che ci aiuta a discernere la provenienza del suono; poi c'è il canale uditivo e quindi il timpano (una sottile membrana). Una volta che i suoni arrivano alla membrana, questa li trasforma in vibrazioni che vengono trasmesse all’orecchio.

Seguici su Facebook!

Protesi acustiche

TIPI DI PROTESI ACUSTICHE

NOVITA' - Protesi acustiche al titanio

Il titanio è un materiale particolarmente resistente e leggero, ideale quindi per un apparecchio acustico piccolo e confortevole. Il titanio infatti è conosciuto perché garantisce resistenza e durata.

Questo materiale viene inoltre utilizzato per realizzare prodotti medici, veicoli ad alte prestazioni e articoli sportivi high-tech. Le protesi acustiche al titanio sono composte da un guscio sottile che viene abbinato a componenti elettronici miniaturizzati. Il risultato è l’apparecchio acustico più piccolo di sempre.

NOVITA' -Apparecchi acustici ricaricabili

Gli innovativi apparecchi acustici ricaricabili hanno una batteria ricaricabile incorporata agli ioni di litio – si tratta di una batteria appositamente progettata, che fornisce 24 ore d'ascolto con una sola ricarica. La batteria agli ioni di litio ha il 40% in più di potenza rispetto alle batterie tradizionali, è molto affidabile, perfetta per gli apparecchi acustici ricaricabili.

Grazie a queste nuove soluzioni tecnologiche, chi si rivolge al nostro centro acustico può godere della libertà e della sicurezza di sapere che gli apparecchi acustici ricaricabili sono caricati in modo ottimale, capaci di offrire massima affidabilità e durata, ideali per chi vive giornate lunghe!

NOVITA' - Protesi HD

La famiglia di prodotti HD unisce un design chic e un suono brillante, e la sua versatilità di forma e funzionalità impressionerà anche gli utenti più esperti .
 Il suono HD rappresenta un'elaborazione del segnale di alta qualità, per sistemi di ricezione esterni che garantiscono un suono eccellente e naturale. Le innovative funzionalità AutoSurround HD e SpeechBeam SHD garantiscono una migliore chiarezza del suono il quale risulterà ancora più naturale.
Ideali anche per chi soffre di acufeni grazie alla funzione integrata tinnitus.  

Pretimpanici (CIC)

Gli apparecchi pretimpanici sono sostanzialmente invisibili, visto che sono posti nella profondità del canale uditivo. La qualità della riproduzione sonora – grazie alla tecnologia digitale e all'alta definizione HD – è limpida e chiara.

Endoauricolari (ITE)

Gli apparecchi acustici endoauricolari si posizionano nel canale uditivo e sono piuttosto discreti. Sono composti da un guscio, il quale contiene le varie componenti elettroniche – tale guscio è realizzato in base all'impronta dell'orecchio della persona. Prima di scegliere questo apparecchio acustico si rende necessaria una valutazione del canale uditivo e dello spazio disponibile all’interno del condotto. Si tratta di una protesi indicata a partire da sensibilità uditive medie – è piccola, confortevole e leggera.

Ricevitore nel canale (RIC)

Le protesi acustiche con ricevitore nel canale (RIC) sono simili ai BTE in quanto a forma e stile, ma più piccoli, visto che il ricevitore (o l'altoparlante) viene posizionato internamente dell'auricolare e non dietro l'orecchio. Sono gli apparecchi acustici più indicati se si ha un deficit uditivo che va da lieve a grave. Con questi apparecchi acustici, il suono viene inviato direttamente dall'apparecchio dentro l'orecchio. La resa del suono è eccellente, la protesi si presenta discreta.

Retroauricolari (BTE)

Si tratta di protesi acustiche pensate per le persone con deficit uditivi gravi o condotti uditivi più stretti. Gli apparecchi acustici retroauricolari (BTE) hanno le varie parti elettroniche nel guscio che si indossa dietro l'orecchio. La chiocciola personalizzata e il tubicino portano il suono all'orecchio. Il volume può essere regolato con facilità e si possono selezionare vari programmi di ascolto.

Accessorio wireless

Questo accessorio wireless (senza fili), oltre ad avere la funzione di telecomando per regolare autonomamente le protesi acustiche, assicura anche esperienze uditive chiare e senza interferenze in varie attività.

Può creare collegamenti wireless tra i diversi apparecchi acustici e un telefono cellulare, uno smartphone, un televisore, una radio ecc., garantendo un ascolto senza interferenze.

In pratica si potranno ascoltare le telefonate e la musica preferita direttamente dai vari apparecchi, senza dover ricorrere a cuffie o altri dispositivi.

Contatti - Centro acustico ad Avellino dal 1987

Contattaci

  • ACUSTICA IRPINIA - DOTT.RI ALETTA
  • CORSO VITTORIO EMANUELE II n° 58
    AVELLINO (PALAZZO EX CINEMA GIORDANO)
  • acusticairpinia@libero.it
  • 0825 26702

DAL LUNEDì AL VENERDì 
mattina: 9/13
pomeriggio: 16/19:30

Torna su